MichaelBeatrice.net è distribuito sotto Licenza Creative Commons 2.5

martedì 13 luglio 2010

Perso nel flusso


È un flusso infinito di emozioni, quello che scorre dentro di noi ad ogni ora di ogni giorno che ci è dato di vivere. I nostri corpi sono solo involucri, viscere in fermento, mosse da forze che non comprendono appieno. Ed è così che da un momento all'altro ti ritrovi dal pensare che la vita è uno schifo, ad apprezzarne ogni minuto. E con la stessa rapidità con la quale ti ha invaso, la positività ti abbandonerà di nuovo, a volte senza un motivo apparente.
La sensazione peggiore che si possa avere, svegliandosi al mattino, è quella di sentirsi intrappolati in una prigione senza barriere, senza vedere una vera via d'uscita.
E' come trovarsi al centro di una costruzione di mattoncini con un unico punto debole: tu sai dove colpire, sai quale pezzo eliminare per far crollare tutto attorno a te ed essere finalmente libero, ma semplicemente quel pezzo è troppo lontano: è fuori dalla tua portata.
Come fa la gente ad accettare il proprio destino, nonostante sia completamente diverso da quello che avrebbero voluto o sognato? Non tutti possono aver trovato ciò di cui avevano bisogno, per quanto diverso dai propri obiettivi... e allora di cos'è che si tratta? E' forse la fede?
L'idea che qualcuno abbia già deciso tutto per noi e che facciamo parte di un disegno più grande ed inaccessibile è così rassicurante?
E se quel qualcuno, quel creatore che ci ha generato a sua immagine e somiglianza, non fosse altro che un omino verde che si è divertito a fondere il suo DNA con quello di una scimmia?
E se il mondo non fosse altro che un enorme laboratorio e noi tutti delle piccole formichine industriose e piene di domande senza risposta?
Perchè ci ostiniamo a guardare il cielo, a capire l'universo e le sue leggi, a sfidare la natura e a giocare a fare Dio quando non siamo nemmeno capaci di comprendere noi stessi?
Perchè non accettiamo semplicemente la vita per quello che è, una sequenza di momenti belli e brutti, di emozioni, di persone, di esistenze che si intrecciano.
Perchè cerchiamo sempre di vederci qualcosa di più?
Non possiamo fare a meno di porci domande, ma le risposte non ci piacciono.
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Nessun commento:

Posta un commento

Creative Commons

Beatrice è il cognome è distribuito sotto Licenza Creative Commons 2.5

Rilasciato sotto licenza
Creative Commons CC BY-NC-ND 2.5 IT

Copyright © 2010-2017 Michael Beatrice
MichaelBeatrice.net: Beatrice è il cognome

Post Recenti

recentposts

Random

randomposts