MichaelBeatrice.net è distribuito sotto Licenza Creative Commons 2.5

Questa pagina è dedicata alla "memoria" dei miei precedenti blog: progetti con fortune alterne, soprattutto a causa della mia scarsa cura. Per ognuno di essi ho riportato le citazioni alle quali tengo di più...

Mike 17 Blog - il mio primo blog, andato perduto per la chiusura del servizio mioblog.net.

Mike's Universe (o mikeNOTmike) - (dal 15 marzo 2007 al 4 gennaio 2008) blog con recensioni e racconti brevi, curato nell'annus horribilis 2007, passato a casa da disoccupato. Si è concluso con lo scherzoso progetto "My Life as a Series", dal quale è tratto questo brano:
Inizia un nuovo anno: lo scorso si era aperto con la mia malsana ma saggia decisione di lasciare l'università; da allora sono passati 12 mesi, nei quali nulla o quasi è cambiato. Ora, d'un tratto, la mia vita è di nuovo ad una svolta. Mentre il mondo festeggia l'inizio del 2008 io me ne sto a letto con la febbre a scrivere astrusi codici html senza dare un minimo sguardo alle ore che passano. Il 01/01 si avvicina, o meglio, forse è già arrivato, ma mancano ancora 24 ore al mio primo giorno di lavoro e non so assolutamente cosa aspettarmi. I minuti, le ore e il primo giorno dell'anno passano velocemente per farmi scoprire il più in fretta possibile il fato che mi attende. Iniziai l'annus horribilis 2007 troncando con gli studi ed entrando nel mondo di latitanza della disooccupazione: con l'arrivo del 2008 eccomi nel mondo di ferie pagate (almeno spero) dell'onesto lavoro.
Ad un anno e mezzo da tale post, l'11/07/2010, annunciavo la chiusura del blog con il post "Il mondo è andato avanti..." dal quale è tratto questo brano:
Questo piccolo blog rimarrà aperto, come una immagine cristallizzata nel tempo di un periodo orrendo della mia vita.
Poco può trasparire dalle pagine di racconti e recensioni, ma ogni riga mi ricorda un giorno di quell'anno, il 2007, nel quale ho temuto che nel mondo non ci fosse spazio per me.
Come dicevo sopra, due anni e mezzo sono passati e, anche se è dura, sto facendo di tutto per guadagnarmi quel fottuto spazio. 

//Michael Spaces - (dal 25 aprile al 28 maggio 2008) è lo Spaces MSN, utilizzato solo per un mese. Nonostante abbia solo 8 interventi, è quello con i pensieri più interessanti. Eccone alcuni:

25 aprile 2008
Leggendo 1984 nei lontani anni cinquanta, a qualcuno quel mondo poteva sembrare un'illusione: un mondo governato da una potenza ignota, fondato sul pregiudizio e sulla cattiva informazione (continuamente addomesticata per fini politici). Un mondo dove l'unico istinto incentivato dal governo è quello dell'odio, dalla diffidenza verso il prossimo, dal timore per un "nemico" straniero propinato su giornali e televisioni attraverso stereotipi. Un mondo dove potenzialmente si è sempre spiabili. [...] a volte viene da chiedersi se il titolo del libro non sia da cambiare in "2008". [...] "La guerra è pace La libertà è schiavitù L'ignoranza è forza" Questi i tre dettami, le uniche leggi dell'impero della mente guidato dall'ignoto Grande Fratello. Credeteci anche voi, e sarete salvi.
Da un racconto breve del 28 Aprile 2008
Era possibile che un liquido avesse la consistenza del solido? O era forse lei ad essere divenuta fluida? L'idea la entusiasmò. Ad un tratto quella liquida calma scemò, turbata dall'arrivo dell'oggetto lucente. Ancora la attraeva, ma adesso, chissà per quale motivo, le incuteva terrore. Eppure non poteva fare a meno di guardarlo, attenderlo, amarlo. E ad un tratto tutto acquistò di nuovo un senso. Fu immediato, istantaneo, fu la consapevolezza che tutto era cambiato affinchè tutto rimanesse identico. Fu la consapevolezza che non c'è azione senza reazione, che non c'è una verità, un motore, un principio. Fu la consapevolezza che la morte non è la fine di qualcosa, ma la fine di tutto.
29 Aprile 2008

Attraverso lo Specchio
Inizio. Fine. Nascita. Morte. Ci ostiniamo a credere che tutto questo abbia un senso, che ci sia un motivo, un fine. Eppure se è vero che in natura ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, se è vero che per ogni cosa esiste il suo contrario, allora deve essere anche vero che c'è qualcosa che si oppone alla vita. Ma qual'è il contrario della vita? La morte? No, non è la morte. La morte è un momento, qualcosa che accade, non uno stato di esistenza. Se proprio dovessimo trovare un contrario della morte, questo non potrebbe essere altro che l'atto della nascita, come già avevo scritto all'inizio di questo post. L'aldilà? E' questa la risposta? Il fatto stesso che ne parliamo in termini temporali, implica che l'aldilà così come lo concepiamo, non è il contrario, ma la continuazioe ipotetica della vita. E' la vita dopo il trapasso. A questo punto non resta che un'opzione, apparentemente...l'assenza di vita. In molti confonderebbero questo stato dell'esistenza con la morte, eppure non è così. L'assenza di vita è uno stato comune a persone esistite, che devono ancora esistere o che non esisteranno mai; accomuna il reale e il potenziale, e ad ogni modo non è un contrario, ma una assenza...non è quello che cerchiamo... Ma allora esiste un contrario alla vita? A questo a volte sottovalutato diritto al respiro, alla vista, al tatto... Esiste un contrario per tutto questo, qualunque visione abbiamo dell'esistenza e del perchè di ogni cosa? Apparentemente no... ...eppure ogni volta che mi guardo allo specchio, sento qualcosa...un impercettibile pizzico alla gola. Mi sta derubando...mi sta schernendo. Compiaciuta, la ma immagne allo specchio, deride me, i miei problemi, le mille domande senza risposta. E' lei la risposta: senza anima, senza emozioni, senza libero arbitrio. La mia immagine allo specchio è tutto quello che può opporsi alla vita...
Castelli di Sabbia
Vi è mai capitato di perdere qualcuno? Non parlo di parenti stretti o di amici, ma di persone che magari non vedevate da tempo, con le quali avevate condiviso qualche frammento di esistenza. Apparentemente non penavate mai a loro, credevate che fossero scomparse per sempre dalle vostre vite. Ma allora perchè fa così male? Perchè adesso che non ci sono più non riuscite ad andare avanti? Perchè continuate a vedere le loro facce per strada, li sognate nelle notti inquiete... Mi viene da pensare che non importa quello che fai, quello che sei, in un modo o nell'altro col semplice atto dell'esistenza lasci tanti granelli di sabbia nella tua tortuosa strada. Tanti granelli apparentemente piccoli, ma che se tolti possono far cadere valanghe. Ogni giorno che vi alzate dal letto, ogni passo, respiro, ogni parola che pronunciate, è frutto della consapevolezza che tutte le persone che avete incontrato nella vostra vita esistono. Non importa cosa stiano facendo, se vi siano simpatiche, antipatiche, se semplicemente credete che non vi abbiano mai dato niente... Col semplice atto dell'esistenza ti regalano ogni sorriso, ogni abbraccio, ogni emozione che il tuo stanco corpo può donarti. E se io smettessi di esistere? Se di punto in bianco il mio esserci nella realtà venisse messo in discussione? Quali castelli resisterebbero? Quali crollerebbero? Dov'è che ho lasciato i granelli più grandi, quelli fondamentali? Purtroppo, anche questa domanda resterà senza risposta. Ciao ragazzi. Se ci siete ancora, fate un fischio una volta o l'altra. Voi già sapete.
Dark Castle Italia - (dal 03 aprile 2007 al 07 aprile 2010) blog a carattere telefilmico da me ideato e curato insieme a Scape, Sandman, Scheggia ed altri appassionati di serie tv. Il sito ha avuto un buon successo per un certo periodo, per poi spegnersi lentamente. Ad aprile 2010 veniva chiuso ufficialmente annunciando lo spostamento della redazione nel gruppo di "Ed è subito serial".

Beatrice è il cognome - (Dark Castle dal 13/07/2010 al 29/05/2011 - The Zetas Attack dal 14/01/2012 al 20/02/2012 - MichaelBeatrice.net dal 21/02/2012 al 09/02/2015 - Sleep When You're Dead dal 10/02/2015 al 17/01/2016) il sito attuale nasce come blog personale, ma presto diventa anche il mezzo di riferimento per le comunicazioni inerenti le mie attività come scrittore.

Creative Commons

Beatrice è il cognome è distribuito sotto Licenza Creative Commons 2.5

Rilasciato sotto licenza
Creative Commons CC BY-NC-ND 2.5 IT

Copyright © 2010-2017 Michael Beatrice
MichaelBeatrice.net: Beatrice è il cognome

Post Recenti

recentposts

Random

randomposts